Bevo il cogli occhi poi…

Serre Alte b&b Matelica (MC), Via Vocabolo Serre Alte 308

25 Luglio 2019

€45

3337180942 Lara Gaggini / 3487627984 Fabio Bonso / ruvidoteatro@libero.it

Qualcosa in più sul tuo host:

La compagnia Ruvidoteatro, elabora progetti teatrali in ambito culturale favorendo la valorizzazione e conoscenza del territorio nel suo insieme di arte, patrimonio, ambiente e storia. Promuove attività per l’infanzia, i ragazzi e i giovani, privilegiando l’incontro tra le diverse generazioni, e lavorando con produzioni e progetti, sia formativi che didattici, a stretto contatto con il mondo della scuola, da quella dell’obbligo fino all’università.
Progetta interventi di turismo esperienziale in collaborazione con le strutture ricettive, le aziende del comparto enogastronomico, i musei e i luoghi di interesse storico architettonico, nonché i luoghi di interesse paesaggistico.

Teatro scientifico: Spettacolo scientifico itinerante “Alla ricerca della scienza perduta” all’interno del museo delle scienze di Unicam Camerino.
Spettacolo scientifico “La forza interiore” con gli studenti di Unicam presentato nella stagione teatrale di Camerino.
Evento scientifico itinerante “Rocca Nessie” per la presentazione dei resti del plesiosauro al museo di storia naturale di Gagliole (MC)

Teatro dei luoghi: Spettacolo storico itinerante “Storie e leggende dell’altipiano” con riferimento alla leggenda della Sibilla, presso la botte dei Varano a Serravalle del Chienti.
Spettacolo di suggestione-storico presso il Castello di Lanciano“Le donne i cavalier gli amori” sulle tracce delle donne del castello e la musicalità di Wagner.
Azione teatralizzata sulla letteratura femminile “Una stanza tutta per sè” presso la biblioteca Valentiniana di Camerino.
Azione teatralizzata sulle figure scientifiche femminili “Le donne al caffè delle scienze” presso il museo delle scienze Unicam di Camerino.
Spettacolo itinerante tratto da “Sogno di una notte di mezza estate” presso l’orto botanico di Camerino.

Progetto conosciamo i teatri: “Piermarini? Chi era costui” evento itinerante sulla storia del teatro Piermarini di Matelica.
“Marchetti? Chi era costui” evento itinerante sulla storia del teatro Marchetti di Camerino

“Le città invisibili” progetto di 3 spettacoli urbani sulle suggestioni del testo di Calvino, ambientati in 3 diversi siti di interesse architettonico e artistico della città di Matelica.

Partecipa al progetto regionale “Stravolgiamo i luoghi della cultura” in collaborazione con il polo museale Unicam di Camerino, sulla diffusione dei linguaggi espressivi tra i giovani, nei luoghi d’interesse artistico e ambientale del territorio, nell’ambito del progetto regionale “I giovani c’entrano”.

Fa parte del progetto di Distretto Culturale Evoluto “Amami” con capofila l’Università di Camerino.
Partecipa al progetto “Unicamontagna”, finanziato dalla Regione Marche nell’ambito dei progetti europei, per il recupero e la promozione delle attività artigianali del territorio della provincia di Macerata. Nell’ambito delle attività progetta un’azione di visita spettacolo all’interno del museo Frau a Tolentino.
Dal 2015 fino ad oggi organizza il festival estivo “Teatro di terra e cielo” che coniuga teatro, luoghi dell’accoglienza (strutture ricettive, musei, luoghi storici), enogastronomia per un percorso esperienziale itinerante attraverso il territorio dell’entroterra maceratese ed anconetano, con riferimento al turismo esperienziale e coinvolgendo il settore dell’enogastronomia.
Percorso esperienziale tra storie, accompagnamento musicale e racconti sull’amore per il vino tra le vigne, con cena o degustazione finale: Cantina Maraviglia, cantina Belisario, cantina Gagliardi Matelica.
Strutture coinvolte nel turismo esperienziale: Villa Collepere country house, Secondo tempo ristorante, La Tana di Biutino hotel (Matelica), Pietra Maula agriturismo Castelraimondo, Villa Fornari relais Camerino, Villa Teloni San Severino Marche, Rocca Varano Gagliole, Marchese del Grillo Fabriano, Villa del Cerro Cingoli.
Il pranzo di Babette (Da Karen Blixen) percorso esperienziale nel parco di una villa con coinvolgimento degli spettatori nella storia, cena finale con accompagnamento musicale al pianoforte.
La locandiera (da C. Goldoni) evento sui temi del cibo e del vino (verdicchio) con coinvolgimento del pubblico e cena finale.
La villeggiatura (da C. Goldoni) evento itinerante sui temi della vacanza e del villeggiare con riferimenti al cibo e al vino
Museo al buio: percorso esperienziale di scoperta di un museo con le torce a batteria, con incursioni di storie e presenze di corpi e oggetti fluorescenti con le luci al wood.
Casa Piersanti o altro museo storico: un viaggio nelle sale del museo con le storie dei personaggi realmente vissuti nel palazzo in costume del 700, con balli dell’epoca e incursione nella cucina antica.

Una proposta di Ruvidoteatro, alla ricerca di persone curiose e attente che vogliono partecipare in prima persona all’incontro del paesaggio con il teatro e il cibo. Sarà un percorso nelle atmosfere della vigna, dove la storia della padrona di casa si intreccia con gli ospiti nell’incrocio della storia con il cibo e il vino.
Immaginare, condividere, assaporare, partecipare, vivere una esperienza unica e totalizzante, inebriati nella poesia del racconto, delle emozioni, del cibo. Un percorso, nelle vigne sulle colline, tra location spettacolari, un’immersione nei colori del tramonto, ascoltando fatti e intrecci di storie semplici ma ricche di stimolanti incursioni nella fantasia e nei sentimenti.
Un convivio di sensazioni, incorniciato in un viaggio teatrale all’interno dei sensi e delle immagini, attraverso la parola, la musica, le suggestioni visive, i sapori e gli odori. Un incontro con il paesaggio, le storie, i personaggi, rimandi musicali, per finire a gustare le eccellenze enogastronomiche del territorio, e tornare indietro nel tempo con la mente e i sensi, accompagnanti dal vivo dalle melodie musicali dal vivo. Un tocco di classe nella povertà dei gesti, un ascolto del silenzio altrui, per un tuffo nell’emozione della parola, del gusto, dello sguardo, e perché no dell’anima.

1^ parte: le emozioni e attraverso il gioco della socializzazione, con aperitivo: il gruppo viene messo a proprio agio e preparato al viaggio sensoriale e visivo che lo attende. Si preparano con il pubblico delle canzoni conosciute, accompagnate musicalmente, che verranno cantate insieme agli spettatori durante lo spettacolo. Un modo alternativo di partecipare ad un evento in prima persona. Da qui parte il racconto della storia come la intendeva Carlo Goldoni, dove amori, gelosie, abbuffate, invidie e amenità dei luoghi, diventano emozioni e sensazioni in un’atmosfera suggestiva e stimolante.
2^ parte: la cena e la degustazione dei cibi che rimandano al rapporto con il territorio e le sue prelibatezze, ai suoi sapori e odori. Con gli attori che coinvolgono i convitati a giocare alle vicende del racconto, attraverso le loro sensazioni e suggestioni sul cibo, il vino, il gusto, la storia.
3^ parte: incontro con chi conosce, vive e racconta le eccellenze del territorio, l’esperto di enogastronomia (Claudio Modesti) e chi gestisce e ama il luogo e la sua storia (Lara Gaggini). Raccontare in modo conviviale, con l’aiuto di un intervistatore, lo spirito di chi ama accogliere le persone per farle sentire a loro agio e trasmettere l’amore per le eccellenze enogastronomiche del territorio.

Per saperne di più e prenotare questa esperienza contatta l’host:

3337180942 Lara Gaggini / 3487627984 Fabio Bonso / ruvidoteatro@libero.it

Condividilo su:

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email