Riserva naturale del Monte San Vicino
e del Monte Canfaito

Si tratta della più giovane riserva naturale marchigiana, istituita nel 2009. L’area si estende per circa 1500 ettari tra i comuni di San Severino, Matelica, Apiro e Gagliole, in provincia di Macerata. La riserva, che è caratterizzata da formazioni di calcare massiccio del Triassico superiore, comprende oltre al Monte San Vicino (1.045 m) anche l’altipiano di Canfaito situato sulle pendici.

Paesaggisticamente il valore è da ricollegarsi alla presenza di una panoramica zona pianeggiante di cresta, dalle relativamente vaste aree boschive, alternate da pascoli, che costituiscono, nel loro insieme, un paesaggio particolarmente dolce ed armonioso. Di rilievo anche i valori antropologici e archeologici dati da grotte, anfratti e ripari sotto-roccia abitati sin dalla preistoria ed in cui sono stati rinvenuti anche antichi strumenti ed utensili in pietra.

Floristicamente l’area è interessante per la presenza di Scilla bifolia, Crocus neapolitanus, Anemone ranuncoloides, Cardamine bulbifera, C. enneaphyllos, e altri esemplari di arbusti e vegetazione di erbe spontanee.

Dal punto di vista faunistico, invece, ci si potrebbe imbattere in incontri speciali con affascinanti animali quali il lupo, del capriolo, del gatto selvatico, del gufo reale, del falco pellegrino e del picchio rosso.

La specie che però domina per estensione e bellezza in tutta la riserva è il faggio. Nelle zone boschive di entrambi i monti si stendono grandissime faggete, suggestive e meta di tanti appassionati di fotografia: i bassi e robusti tronchi si aprono come ombrelli, con le chiome che diventano del colore del mogano, della zucca o del vino nuovo, stillato in questo periodo e i raggi del sole filtrano tenui tra il fitto fogliame, creando un’atmosfera sospesa che sembra rendere tangibile l’età secolare di molti esemplari.

In una Riserva così, non esiste quindi modo migliore per vivere le sue faggete e le altre ricchezze che avventurarsi nella rete di sentieri presenti: dai più semplici e tranquilli ai più adrenalinici, ce ne sono per tutti i gusti!

Il portale Destinazione MaMa è frutto della passione e dell’impegno degli autori.
Aiutaci a migliorarlo, scrivendoci le tue impressioni:

MaMa consiglia:

“Li Vurgacci” – Questo percorso, che si snoda su ponti e passerelle di legno, unisce alla bellezza della natura la vicinanza al centro storico del paese. Inizia dove le acque del fiume Potenza attraversano Pioraco, nel luogo in cui prende vita, quasi magicamente una serie di cascate, gorghi, fosse e forre create da anni ed anni di erosione, comprende anche alcune aree di sosta dove è possibile fermarsi per un bel picnic.

Museo della Carta e della Filigrana – Qui potrete vivere un’esperienza a cui difficilmente potrete approcciare di nuovo: la creazione a mano di fogli di carta dalla gualchiera, che vi consentirà anche di assistere all’incredibile impiego di strumenti e tecniche tipiche del Trecento.

Sagra del Gambero di Fiume – Ad agosto, non perdete questo appuntamento che, con stand gastronomici aperti a pranzo e cena, rende omaggio ad una delle più incredibili squisitezze che si
possano assaggiare sul territorio: un crostaceo di una dolcezza e di una aromaticità uniche.

Souvenir – Cercate un ricordo del borgo che vi consenta di riviverne lo spirito? Non potete fare a meno di acquistare, allora, uno degli incredibili manufatti in carta filigrana prodotti nella straordinaria Gualchiera Prolaquense.

Pioraco

MaMa consiglia:

Quanti eventi! – I principali appuntamenti del borgo? il Campionato Italiano di regolarità per Moto d’Epoca (giugno), la “Città del Miele” (luglio), la Festa della Montagna (luglio), la Sagra degli Arrosticini, la Giornata “Bandiera Arancione del TCI” (ottobre) e la Sagra della Castagna (ottobre).

 

Sosta verde – Siete pronti a perdervi tra numerosi sentieri, l’Oasi Naturalistica di Polverina e il Lago di Boccafornace?  Le bellezze naturali di questo territorio sapranno lasciarvi a bocca aperta!

 

Di gusto! – Prodotti caseari, miele, castagne e marroni, legumi, carni bovine e ovine, Distillati Varnelli, trote e pesce d’acqua dolce sapranno trasformare i vostri appuntamenti a tavola in momenti indimenticabili!

 

Rinascita – La comunità di questo paese ricchissimo di arte e storia è tenace e desiderosa di farvi innamorare delle bellezze naturalistiche che questo splendido territorio può vantare.

  

Valfornace - popup