La ceramica rinascimentale di Sant’Anatolia

Condividi su

L’esame delle fonti archivistiche su Esanatoglia segnala la produzione vasaria già nel 1324 con l’attestazione della presenza dell’arte dei vasai. Una serie di documenti tra il 1496 e il 1500 menzionano un vasaio, in particolare si nomina un collaboratore del maestro e il diritto di quest’ultimo a cavare argilla da vasi. Al 1507 e al 1509 risalgono poi riferimenti ad altri due vasai operanti a Esanatoglia, e infine nel 1574 il Piccolpasso cita Esanatoglia come centro di produzione di maiolica di pregio.

Maggiori informazioni? Cliccate qui: https://cuoredimarche.it/esperienze/ceramiche-rinascimentali/

Il portale Destinazione MaMa è frutto della passione e dell’impegno degli autori.
Aiutaci a migliorarlo, scrivendoci le tue impressioni: