Grotte del Beato Bernardo Quintavalle

Ph Cuoredimarche

Sul sentiero che conduce da Tribbio di Agolla a Sefro, su un terrazzamento naturale è visibile una serie di rientranze e grotte, una delle quali, denominata “Grotta dei Frati”, fu rifugio del Beato Bernardo da Quintavalle durante i suoi due anni di esilio. Maggiori informazioni? Cliccate qui: https://cuoredimarche.it/esperienze/grotte-del-beato-bernardo-quintavalle/

Rifugio Valle Scurosa

https://www.facebook.com/ValleScurosa/

L’Associazione Rifugio Valle Scurosa gestisce da 12 anni un rifugio a Sefro che offre accoglienza agli escursionisti. Nei fine settimana e promuove eventi vari come escursioni con guide a.m.m. e G.A., concerti, attività didattiche e passeggiate con gli asini, presentazione di libri, promozione prodotti del territorio, ed altro ancora.

Chiesa della Madonna dei Calcinari

Ph Cuoredimarche

Risalente al XV secolo contiene numerosi affreschi votivi, alcuni di questi attribuiti a Girolamo di Giovanni. Maggiori informazioni? Cliccate qui: https://cuoredimarche.it/esperienze/chiesa-della-madonna-dei-calcinari-sefro/

Chiesa di San Tossano

Ph Cuoredimarche

La particolarità di questa chiesa consiste nel conservare un affresco raffigurante San Francesco che viene considerato una delle prime immagine del Santo dopo la sua morte. Maggiori informazioni? Cliccate qui: https://cuoredimarche.it/esperienze/chiesa-di-san-tossano-agolla-sefro/

Museo degli Attrezzi Agricoli

Ph Cuoredimarche

Il Museo è una commovente testimonianza della civiltà contadina ed artigiana locale. Maggiori informazioni? Cliccate qui: https://cuoredimarche.it/esperienze/museo-degli-attrezzi-agri/

Torre di Varano

Ph Cuoredimarche

La torre è ciò che rimane del castello medievale appartenuto ai Da Varano, signori di Camerino, che qui trovarono ospitalità dopo il sacco della loro città nel 1259 ad opera dei ghibellini. Maggiori informazioni? Cliccate qui: https://cuoredimarche.it/esperienze/torre-di-varano/

Altopiano Montelago

Ph Cuoredimarche

Siamo su due piccoli altipiani circondati da vette calcaree e posti tra i 900 e i 1000 m s.l.m., un posto magico dell’Appennino maceratese lontano dagli itinerari turistici più conosciuti. Maggiori informazioni? Cliccate qui: https://cuoredimarche.it/esperienze/altopiano-montelago/

Monte Vermenone

Ph Cuoredimarche

Il Monte Vermenone, con la sua vetta di 1363 metri, offre un’ampia vista delle dorsali dei monti vicini e da un lato della vallata del Comune di Fiuminata, da quello opposto della vallata di Sefro, ed è un’area di particolare pregio, ricca di prati fioriti di margherite, orchidee spontanee e narcisi. Le sue pendici sono ombreggiate da […]

Coniglio in Porchetta

PH Cuoredimarche

Coniglio al forno, ripieno di pancetta o salsiccia di maiale, rigaglie e finocchio selvatico lessato con aglio. Nonostante si pensi comunemente che la porchetta sia tipicamente laziale, in realtà la sua paternità è fortemente rivendicata da vari paesi di Lazio, Umbria e Marche. Maggiori informazioni? Cliccate qui: https://cuoredimarche.it/ricette/coniglio-in-porchetta/

Crema Fritta

PH Cuoredimarche

Si tratta di cubetti di crema pasticcera lasciata rassodare, impanata e fritta. Immancabile sulle tavole imbandite a festa delle famiglie marchigiane, viene generalmente servita come antipasto insieme ad olive ascolane e foglie di salvia fritte. Maggiori informazioni? Cliccate qui: https://cuoredimarche.it/ricette/crema-fritta/

Frustingo

PH Cuoredimarche

È il dessert di Natale per eccellenza nell’intero territorio marchigiano. Si tratta di un dolce antichissimo, la cui preparazione fu addirittura citata da Plinio nel Naturalis Historia. Gli ingredienti principali sono i fichi, lasciati riposare nella sapa per un’intera notte, la farina integrale o tritello e l’olio d’oliva. Uva passa, mandorle, noci, canditi, miele, cacao e rhum sono gli altri elementi che generalmente […]

Penciarelle

PH Cuoredimarche

Le penciarelle sono fatte con l’impasto del pane e consumate anticamente nei giorni feriali come alternativa alla pasta all’uovo, riservata invece alla domenica e ai giorni di festa. Infatti, quando nelle campagne si faceva il pane, in genere una volta a settimana, si lasciava un po’ di massa e si facevano questi spaghettoni che poi venivano tagliati  […]

Il portale Destinazione MaMa è frutto della passione e dell’impegno degli autori.
Aiutaci a migliorarlo, scrivendoci le tue impressioni:

MaMa consiglia:

“Li Vurgacci” – Questo percorso, che si snoda su ponti e passerelle di legno, unisce alla bellezza della natura la vicinanza al centro storico del paese. Inizia dove le acque del fiume Potenza attraversano Pioraco, nel luogo in cui prende vita, quasi magicamente una serie di cascate, gorghi, fosse e forre create da anni ed anni di erosione, comprende anche alcune aree di sosta dove è possibile fermarsi per un bel picnic.

Museo della Carta e della Filigrana – Qui potrete vivere un’esperienza a cui difficilmente potrete approcciare di nuovo: la creazione a mano di fogli di carta dalla gualchiera, che vi consentirà anche di assistere all’incredibile impiego di strumenti e tecniche tipiche del Trecento.

Sagra del Gambero di Fiume – Ad agosto, non perdete questo appuntamento che, con stand gastronomici aperti a pranzo e cena, rende omaggio ad una delle più incredibili squisitezze che si
possano assaggiare sul territorio: un crostaceo di una dolcezza e di una aromaticità uniche.

Souvenir – Cercate un ricordo del borgo che vi consenta di riviverne lo spirito? Non potete fare a meno di acquistare, allora, uno degli incredibili manufatti in carta filigrana prodotti nella straordinaria Gualchiera Prolaquense.

Pioraco

MaMa consiglia:

Quanti eventi! – I principali appuntamenti del borgo? il Campionato Italiano di regolarità per Moto d’Epoca (giugno), la “Città del Miele” (luglio), la Festa della Montagna (luglio), la Sagra degli Arrosticini, la Giornata “Bandiera Arancione del TCI” (ottobre) e la Sagra della Castagna (ottobre).

 

Sosta verde – Siete pronti a perdervi tra numerosi sentieri, l’Oasi Naturalistica di Polverina e il Lago di Boccafornace?  Le bellezze naturali di questo territorio sapranno lasciarvi a bocca aperta!

 

Di gusto! – Prodotti caseari, miele, castagne e marroni, legumi, carni bovine e ovine, Distillati Varnelli, trote e pesce d’acqua dolce sapranno trasformare i vostri appuntamenti a tavola in momenti indimenticabili!

 

Rinascita – La comunità di questo paese ricchissimo di arte e storia è tenace e desiderosa di farvi innamorare delle bellezze naturalistiche che questo splendido territorio può vantare.

  

Valfornace - popup